logo
migliori offerte viaggi

Corsica, in traghetto per scoprirne le meraviglie


Una volta arrivati in Corsica via mare ci si rende subito conto dell'offerta dell'isola che offre possibilità sia agli amanti del relax che agli amanti della vita frenetica e dell'avventura.
Sicuramente il modo migliore per visitare la Corsica è utilizzando un mezzo proprio, auto o meglio ancora un due ruote, rendendosi così autonomi nella scelta dei luoghi da visitare e dei posti ove soggiornare.
I mesi migliori per visitare la Corsica sono quelli primaverili ed estivi e il periodo consigliato di permanenza sull'isola è di due settimane, per scoprire la Corsica e le sue bellezze in toto o quasi.
Ajaccio, Bonifacio, Bastia, Corte e Calvi sono le città storiche più interessanti dell'intera Corsica: Ajaccio offre numerose testimonianze dell'Imperatore Napoleone Bonaparte che qui nacque mentre a Bonifacio si possono ammirare le sue scogliere bianche e le famose Bocche di Bonifacio, un'area marina in cui isolette e scogli si alternano.
Se si è alla ricerca di spiagge, partendo da Nord a Sud si incontrano le splendide Nonza (sassolini e sabbia nera), Saleccia (sabbia rosa), Ostriconi (sabbia fine), Ficajola (caverne, rocce basaltiche e acqua blu), isola di Lavezzi (baie e rocce granitiche), Rondinara (sabbia bianca e mare turchese), Santa Giulia (sabbia bianca).
Da non perdere una capatina, nonostante siano spesso affollate, alle spiagge di Pertusato e di Piantarella.
Agli amanti della natura è consigliata la visita della Riserva naturale della Scandola, una riserva sia marina che terrestre al cui interno è ospitata la foresta di Vizzavona.
I patiti del trekking potrebbero provare a percorrere il GR20, il sentiero più famoso della Corsica che si snoda su 200 km e può essere concluso in circa due settimane.
Trovare un posto dove soggiornare in Corsica generalmente non è un problema anche se la stagione estiva è la più caotica e dunque è bene prenotare per tempo in modo tale da avere ampia scelta; si può soggiornare in hotel di tutte le categorie ma vista la natura dell'isola sono presenti anche ostelli, pensioni, appartamenti e campeggi per tutte le tasche.
C'è da dire che in Corsica i costi sono piuttosto alti specie per quel che riguarda la cucina che, tra i sapori della terra, propone molte specialità a base di castagne: polenta dura, nicci (una specie di gallette), frittelle e carne di cinghiale cotta nel vino con salsa di castagne sono i principali.
Un consiglio: poiché molte zone della Corsica sono estremamente brulle e non hanno ancora subito l'invasione umana, è bene fare attenzione sia a dove si cammina a piedi e con il mezzo di locomozione sia agli eventuali animali che si incontrano sulle strade e che potrebbero essere più pericolosi di quel che sembra.

Foto

Top stories

Settimana bianca Alpi D’Huez, sole piste e sport
settimana bianca Alpi D'huez

Una settimana bianca alle Alpi D’Huez può essere un’ottima occasione per famiglie, coppie e gruppi di amici, di organizzare... Leggi tutto

Bookmarky! Excite Bookmarks! Digg! Reddit! Del.icio.us! Google! COMMON_SENDTOFRIEND_IMG_ALT